CONDIVIDI

Un uomo di mezz’età, originario dell’Honduras, è stato sottoposto d’urgenza a un’operazione per amputargli il pene. L’operazione si è resa necessaria dopo che l’uomo era rimasto con il pene incastrato in una bottiglia che stava usando come gioco sessuale.

Il bizzarro incidente

Il New York Post ha riportato che un uomo di 50 anni, di cui non è ancora stato reso noto il nome, è stato trasportato d’urgenza in ospedale dopo che il suo pene, incastrato in una bottiglia, aveva cominciato a diventare nero e a decomporsi.

Secondo il Daily Mail il dottor Dennis Chirinos, l’urologo che ha eseguito la bizzarra operazione, ha riferito che l’uomo non era né sposato né fidanzato e stava cercando di alleviare la sua frustrazione sessuale. In una conferenza stampa all’ospedale ha dichiarato:

Ha inserito il suo pene in una bottiglia e questo ha causato la necrosi dell’organo. Quattro giorni dopo il suo arrivo in ospedale abbiamo dovuto amputare completamente il pene perché i tessuti erano completamente morti.

Il medico ha spiegato che i vasi sanguigni del pene si sono ristretti dopo che l’uomo ha inserito l’organo nella bottiglia, dove è rimasto per 4 ore. Questo ha causato la necrosi e la necessità di amputare il pene. Ha poi dichiarato:

Questa è stata un’emergenza imbarazzante. Il problema è stato che il paziente non ha avuto un’attenzione medica in tempo e questo ha causato la necrosi.

L’uomo potrà urinare ma non potrà mai più avere dei rapporti sessuali.

 

LASCIA UN COMMENTO