CONDIVIDI

Nove persone sono rimaste uccise e almeno 30 ferite dopo che un ponte è caduto in Indonesia. Il ponte collegava due piccole isole di un resort di Bali.

Il ponte, il Yellow Bridge, è crollato alle 18.30 locali (13.30 ora italiana) di oggi, domenica 16 ottobre. A causarne la caduta è stata la rottura di una corda dovuta alle troppe persone che stavano attraversando il ponte per recarsi a una cerimonia religiosa nel tempio di Ceningan.

Il ponte collegava le piccole isole di Nusa Lembongan e Nusa Ceningan vicino a Bali. Un poliziotto locale, Arendra Wahyudi, ha dichiarato che il mare sottostante era profondo meno di due metri, ma molte persone sono state colpite dalle macerie del ponte crollato. Tutte le vittime sono del posto e non sembrerebbero esserci turisti tra i feriti.

Il rappresentante della National Disaster Mitigation Agency, Sutopo Purwo Nugroho, ha dichiarato che otto delle nove vittime sono già state identificate e fra loro ci sono 3 bambini la cui età va dai 3 ai 9 anni.

Ha anche aggiunto che due dei trenta feriti sono in gravi condizioni, mentre le condizioni degli altri non suscitano preoccupazioni.

Le autorità indonesiane hanno riferito di avere sospeso le ricerche alle 21.00 locali, ma le riprenderanno all’alba di domani.

Aggiornamento 19.02:

Un turista britannico, Justin Evans, che si trovava sull’isola in luna di miele, ha affermato che fra i visitatori delle isole ci sarebbero stati anche alcuni turisti e che quindi potrebbero essere rimasti feriti.

L’uomo, di 27 anni, parteciperà alle ricerche di domani insieme alla polizia.

LASCIA UN COMMENTO