CONDIVIDI

Ieri si è spento nella sua casa in Maine Gunnar Hansen, il Leatherface del primo “Non aprite quella porta”, a causa di un cancro al pancreas.

Addio Leatherface

Gunnar nacque in Islanda nel 1947 ma si trasferì ancora bambino negli Stati Uniti, dove in seguito ottenne la cittadinanza.

Si laureò in Inglese e studi Scandinavi ma non studiò mai recitazione, anche se durante le scuole superiori partecipò alle attività teatrali.

I suoi lavori dopo le scuole superiori includono l’operatore di computer e, per un breve periodo, il buttafuori. Dopo la laurea venne a conoscenza del fatto che sarebbe stato girato un film nella sua città, Austin, e decise di andare ai provini.

Ottenne subito la parte di Leatherface, per interpretare la quale si dice che abbia studiato il comportamento di bambini disabili per trasferirlo poi al suo personaggio.

Dopo il grande successo del film ebbe un ruolo anche in “The demon lover” e in seguito decide di lasciare la carriera di attore per seguire quella di scrittore.

Gli venne proposto di recitare nella parte di Leatherface nel sequel di “Non aprite quella porta” e gli venne offerta una parte in “Le colline hanno gli occhi”, ma rifiutò entrambe le offerte e continuò con la scrittura.

Nel 1988 ritornò a recitare nel film “Hollywood chainsaw hookers” e da quel momento, oltre a continuare a scrivere libri, apparirà in altri 20 film.

All’età di 68 anni, si spegne nella sua casa, in Maine.

LASCIA UN COMMENTO